Achille Capizzano

Achille Capizzano, pittore, decoratore, mosaicista e ceramista, nasce a Rende (CS) nel 1907. Visse a Roma dove muore nel 1951.  

A Roma è allievo di Ferruccio Ferrazzi e nel 1930 inizia la collaborazione con Luigi Moretti. Sono gli anni in cui si intraprende la costruzione della Roma fascista, espressione dell’architettura razionalista e della nuova organizzazione ideologica del territorio e nel 1933 Capizzano affianca Luigi Moretti nei lavori per la realizzazione del Foro Mussolini, realizzando i cartoni per i mosaici della Fontana della Sfera e gli affreschi nella Casa della Scherma. All’EUR lavora sui mosaici per la piazza Imperiale (oggi piazza Marconi).

Nel 1937 Moretti avvia i lavori del viale dell’Impero, l’odierno viale del Foro Italico, chiamando a collaborare Gino Severini, Silvio Canevari, Giulio Rosso e lo stesso Capizzano che realizzerà sette grandi cartoni sulla storia dell’Impero raffiguranti i temi classici e immagini mitologiche.

Nel 1940, insieme a Franco Gentilini e altri artisti, vince il concorso per la realizzazione dei mosaici parietali al Palazzo dei Congressi. Del mosaico di Capizzano, di oltre venti metri per quattro, mai realizzato, esistono due bozzetti conservati uno al Palazzo dei Congressi a Roma e l’altro a Rende. Da allora Capizzano affresca e realizza pannelli di ceramica in saloni di alberghi, cinema, bar. Oltre al pannello per il Gran Caffè Il Cigno, realizza per Adalberto Libera la decorazione dell’albergo Mediterraneo a via Cavour ANDARE A VEDERE e nell’atrio del Cinema Rivoli in via Bissolati termina il dipinto “Assalto alla carovana”, lungo quasi sei metri (poi acquistata dal figlio dell’artista, fatta restaurata e donata al Comune di Rende dove è ancora visibile).

In rete:  www.achillecapizzano.it/

I commenti sono chiusi.