Quartiere dei Notai

Il Quartiere dei Notai è il nome con cui è chiamata una piccola area a cavallo di via Flaminia dallo Studio Fortuny all’incrocio con via di Villa Giulia. Il Quartiere dei Notai è nella Zona Roma2pass Flaminio 1.

MAPPA della Zona Flaminio 1 (da Porta del Popolo a Belle Arti)  

Se ci mettiamo davanti al passo carrabile in via Flaminia 158 in corrispondenza dell’incrocio con via Antonio Gravina (a sinistra) e ci guardiamo intorno vedremo solo edifici di proprietà della Cassa del Notariato o che hanno a che fare con essa. Siamo nel cosiddetto Quartiere dei Notai.

Sul lato destro di via Flaminia, c’è prima lo Studio Fortuny, oggi sede dell’Ordine dei Notai della provincia di Roma poi un muro di cemento che nasconde un posteggio riservato ai notai. L’antica fontana sulla strada valorizza il grande varco che si apre al civico 158 verso le tre palazzine costruite da cooperative di notai e i campi da tennis e la piscina del Circolo Sportivo Belle Arti.

Più avanti un massiccio edificio in mattoni e peperino: è il Palazzo del Notariato, costruito dalla Cassa del Notariato per ospitare i propri uffici e l’Archivio. Sia il palazzo che le tre palazzine sono state progettate da Arnaldo Foschini.

Dall’altra parte della Flaminia, in Via Giovanni Vincenzo Gravina, si intravede a destra una modernissima costruzione, rivestita in laterizio e coperta d’acciaio e vetro: è la sede di Notartel SpA la società di informatica della Cassa del Notariato progettata dall’architetto Bocchino.

Sulla Flaminia, infine, sempre a sinistra, sorge l’edificio ai n. 133 e 135 che è stato la sede storica dell’ACEA, anch’esso oggi di proprietà della Cassa del Notariato e sede di una società finanziaria Azimut.

I commenti sono chiusi