Villino Ruffo

Il villino Ruffo è situato in via Sassoferrato 11 ed è edificato intorno al 1919 per il celebre baritono Titta Ruffo Cafiero (Pisa 1877- Firenze 1953).

Il villino Ruffo fu edificato intorno al 1919 in una delle zone di maggior pregio della capitale, alle estreme pendici occidentali di Monte Parioli, come residenza unifamiliare per il celebre baritono Titta Ruffo, su progetto dell’ingegner Giovanni Sleiter, a opera dell’impresa edile di Zeffiro Rossellini, prozio del celebre regista Roberto Rossellini. Nel 2004 è stato ristrutturato dall’arch. Giorgio Marai Tamburrini.

L’edificio, di notevoli dimensioni, è costituito da più corpi eterogenei assemblati in maniera contigua ma asimmetrica intorno ad un tronco centrale di cinque piani fuori terra. Due torrette a sezione quadrata si innalzano sul complesso. Il villino è realizzato in materiale composito (tufo, pietra grigia, mattone a vista) e si ispira ad un tardo liberty combinato con elementi dell’architettura vernacolare mediterranea, quali terrazze, logge ed altane.

Il parco, assai vasto, presenta oggi varie specie superstiti dell’impianto originario, tra cui pini domestici e palme ad alto fusto.

Il complesso è anche noto come villa Zanardo, in seguito a un passaggio di proprietà effettuato in data imprecisata..

Pagine al livello inferiore:

Pagina al livello superiore: via Sassoferrato

Pagine allo stesso livello:

 

Altre pagine correlate:

Nei dintorni (clicca su MAPPA per vedere i Punti di Interesse vicini):

In rete:

CONDIVIDI QUESTA PAGINA:

I commenti sono chiusi.