Villa Cini

Il palazzo di via Flaminia 133 135 è nel luogo dove sorgeva la casina nobile di Villa Cini.

Villa Cini era una proprietà che si estendeva tra via Flaminia e via delle Barche sulla riva sinistra del Tevere, tra l’area in cui sorgerà il Ministero della Marina e il fosso che correva a fianco del vicolo dell’Arco Oscuro. Approssimativamente si tratta degli isolati tra la attuali via Flaminia, via Gaetano Filangieri, lungotevere delle Navi e viale delle Belle Arti.

Villa Cini è presente delle mappe Ottocentesche nell’area dove era la Vigna di Porto di papa Giulio III Del Monte poi passata al nipote Fabiano e il monumentale ingresso era appunto un grande portale vignolesco con sopra scritto FABIANUS DEL MONTE. A fianco al portale, di fronte alla Casina dei Colonna oggi denominata Palazzo Borromeo, sorgeva il casino nobile dove a livello strada si apriva una delle tante trattorie in questa zona fuori porta del Popolo: la TRATTORIA DI PAPA GIULIO.

La villa è acquistata nel 1872 da Candido Valli che la rivende pochi mesi dopo alla Società del Gas che crea qui i suoi impianti per la produzione e stoccaggio del gas necessario all’illuminazione della città.

Torna alla pagina palazzo di via Flaminia 133 135.

I commenti sono chiusi