Giardino dei Fiori

Il Giardino dei Fiori è il secondo dei Giardini Segreti di Villa Borghese, quello alla sinistra del Casino Nobile

MAPPA della Zona Pinciano 2 (Villa Borghese e il Pincio)

Dal lato opposto al Giardino dei Melangoli si sviluppa il secondo Giardino Segreto, detto Giardino dei Fiori o Giardino delle Cipolle, dal nome delle bulbose che vi venivano messe a dimore, chiamate in quegli anni “cipolle” appunto, o “dell’Uccelliera”, visto che sorge tra il Casino Nobile e il padiglione dell’Uccelliera, edificato per accogliere uccelli rari e pregiati, ricco di decorazioni composte da stucchi, rilievi antichi, festoni, busti e motivi araldici dei Borghese.

Anche questo giardino era impostato secondo la regola della mescolanza di piante di agrumi e piante di fiori, dove i tagetes sono la specie dominante. Un fiore semplice e oggi molto comune, presente nei giardini di tutta Italia, ma che quando furono creati i Giardini Segreti di Villa Borghese rappresentavano una rarità assoluta, essendo state importate dall’America solo di recente. A Roma, infatti, l’interesse per le piante provenienti dalle Americhe o dall’estremo Oriente era molto diffuso e lo dimostra una notazione trovata tra i documenti della Villa, dove si parla di «15 piante bottaniche» e «sei stufe per li ananassi», di «piante al muro 24 tra portogalli e melangoli forti».

 

I commenti sono chiusi.