Vigna Della Rovere

 Lungo via Salaria, tra Villa Lancellotti e la villa Filomarino, sorgeva la vigna del cardinale Girolamo Della Rovere (Torino 1530 – Roma 1592).

MAPPA della Zona Trieste 3 (piazza Verbano)

Il grande portale della vigna era sulla via Salaria approssimativamente dove ora è via Archiano.

La vigna si estendeva a valle fino ai terreni in cui oggi è Parco Nemorense. Inoltre facevano parte della vigna del cardinale Della Rovere anche i terreni a valle di Villa Filomarino, fino al Vicolo di Sant’Agnese.

In questa area, in linea con le indicazioni del Piano regolatore del 1909, nasce il primo nucleo abitato di questa parte più periferica del quartiere Trieste (allora quartiere Savoia), i villini di via Anapo, realizzato dalla cooperativa Voluntas et labor che consegnò le prime case ai nuovi proprietari nel 1922.

Il portale della vigna è stato demolito, ricomposto e riutilizzato come ingresso ai giardini di Villa Caffarelli sul Campidoglio ma in alto ancora domina l’accesso lo stemma Della Rovere.

Bibliografia: Vigna della Rovere vedi M. Barbetti Tremila passi sulla Salario. Serangeli Roma 2005.

Pagina al livello superiore: Villini di via Anapo

Pagine allo stesso livello:

I commenti sono chiusi.