Villino Wille

Il Villino Wille, in via Cesalpino 3, è uno dei diversi esempi di stile Liberty, nella zona di piazza Galeno, nel quartiere Nomentano.

Il villino è costruito nel 1907, sulla lottizzazione del parco dell’antica Villa Patrizi, dall’architetto Ernst Wille (1860-1913), un architetto tedesco residente a Roma, come propria residenza.

L’edificio si compone di tre piani fuori terra, è coronato da una torretta, si sviluppa perpendicolarmente alla strada ed è caratterizzato da una struttura composita, con corpi asimmetrici e di diversa elevatura, secondo una tipologia innovativa ma non estranea al panorama architettonico della capitale (si pensi alla Casina delle Civette a Villa Torlonia).

Nel villino, coesistono elementi decorativi propri dell’architettura vernacolare mediterranea (quali terrazze, logge, monofore in serie) con richiami alla tradizione architettonica centro-europea e alla Secessione viennese (fregi e cornici marcapiano) ed è caratterizzato da linee austere ma vivacizzate, nel prospetto principale, da un timpano aggettante con arco a tutto sesto, che incornicia una trifora. Il cornicione superiore, le decorazioni, i falsi gocciolatoi e le mensole, danno rilievo al volume dell’edificio. L’aspetto esterno del villino offre una chiave di lettura della funzionale articolazione relativa agli spazi interni.

Pagine correlate:

Nei dintorni:

Mappa Nomentano 1
presente nell’elenco degli Edifici moderni nel Municipio,
relativo al periodo Roma2pass: dal 1900 al 1915,
inserito nelle le pagine Roma2pass che parlano di Architettura.

I commenti sono chiusi