Giardino di Villa Balestra

Il Giardino di Villa Balestra è un grazioso e oggi ben curato giardino pubblico comunale in zona Monti Parioli, con ingresso in fondo a Via Bartolomeo Ammannati.

MAPPA della Zona Pinciano 6 (Monti Parioli)  

Anche chi non c’è mai andato non può non aver notato quel “pettine” di pini, ben visibile da Monte Mario e da tutta la vallata del Tevere, che si affaccia su viale Tiziano e via Flaminia.

E’ un giardino comunale, si estende per circa un ettaro e mezzo e offre una delle vedute più belle di Roma. Ha una forma allungata sul bordo del colle ed è strutturato su due viali paralleli e tre grandi aiuole con alberature ad alto fusto. Dalla sua forma attuale si può intuire l’origine: era l’ippodromo privato, che il cav. Balestra si fa costruire nel giardino della sua villa.
Rientrano nell’area del giardino pubblico anche una piccola zona digradante, a sinistra del cancello principale, una sorta di “boschetto” utilizzata come area per cani e uno spazio a destra in fondo che ospita un punto di ristoro attrezzato con attività ludiche per l’infanzia.

Sotto il giardino, sulle pendici della collina, prospicienti viale Tiziano, si estende una vasta zona a verde caratterizzata da folta vegetazione e da grotte scavate nel tufo a mezza costa (vedi Grotte in viale Tiziano, l’Arco Oscuro, il Tartaro).
Tutto nasce intorno al 1500 quando il cardinale Poggi, bolognese e tesoriere di papa Giulio III, si fa costruire una grande villa sul Monte San Valentino, Villa Poggi, contigua a Villa Giulia. Dopo essere passata in diversi mani, la villa fu acquistata dal cav. Giuseppe Balestra nel 1880, e alla sua morte, smembrata (a partire dal 1910). Nel 1928, una parte del parco è salvato aprendolo al pubblico e nel 1939 il Comune di Roma riuscì a perfezionare l’acquisto. La parte rimasta in mano ai privati fu lottizzata ed edificata intorno al 1950.

Per approfondire: www.sovraintendenzaroma.it/i_luoghi/ville_e_parchi_storici/passeggiate_parchi_e_giardini/villa_balestra,
Bibliografia essenziale: E. Marconcini, Villa Balestra, in A. Campitelli (a cura di) Verdi delizie. Le ville, i giardini, i parchi storici del Comune di Roma, Roma 2005, pp. 125-127

Nei dintorni puoi vedere: Cappella del Sacro Cuore, Casa del Maresciallo, Casina del Curato, Horto Asperula, Largo Belgrado, Madonna della Divina Provvidenza, Monte San Valentino ,via Cavalier d’Arpino, via Jacovacci, Via Monti Parioli, Vicolo dell’Arco Oscuro, Villa Balestra, Villa Castellani, Villa Centurini, Villa Dufour, Villa Maraviglia, Villa Nuova Officina, villa Scrivano,

I commenti sono chiusi.