Monticello

Il Monticello o Clivus cucumeris è la più piccola delle tre alture che costituiscono i Parioli: il Monticello al centro, il Monte San Valentino verso la via Flaminia (oggi Monti Parioli) e il Monte San Filippo verso Monte Antenne (l’area intorno a piazza delle Muse).

Il toponimo “il monticello” appare fin dal 1400 per indicare quel montarozzo dei Parioli tra viale dei Parioli e piazza Euclide, anticamente chiamato clivus cucumeris (colle del cocomero).

Sul suo crinale correva il vicolo dell’Imperiolo (l’attuale via Antonio Bertoloni, via Barnaba Oriani) che seguiva il percorso ormai dimenticato della Salaria Vetus che dai Parioli scendeva nella valle del Tevere per raggiungere il Ponte Salario sull’Aniene.

Nelle carte del Cinquecento, sulla sommità del colle roviamo l’Osteria del Monticello e un antico casale rustico, appartenuto all’abbazia di San Lorenzo fuori le Mura, sul cui sito sorge l’attuale villa Monticello

A pochi metri dall’osteria c’era l’ingresso alle catacombe Ad clivum cucumeris, esplorate da Antonio Bosio ma il cui ingresso è ormai perduto.

I commenti sono chiusi.