Collare dell’Annunziata

Il Collare dell’Annunziata è un simbolo di appartenenza a Casa Savoia inserito nello stemma di Casa Savoia e, con la croce sabauda, è visibile in diversi punti di Villa Savoia. Per esempio sulla facciata della Palazzina reale, sulla Scuderia d’Agenzia e sul portale di Forte Antenne.

Il Collare dell’Annunziata nasce nel 1300 quando una dama misteriosa dona al Conte Verde un braccialetto fatto con i suoi capelli, intrecciati con un nodo mai visto prima e che diventa il celebre nodo Savoia.  Il Conte decise di riprodurlo in un collare, arricchito da un pendente con i tre nodi e l’Annunciazione.

Il Collare dell’Annunciazione diventa poi la più antica e alta onorificenza di Casa Savoia, che equiparava l’insignito al rango di cugino del Re. All’inizio, gli insigniti dovevano essere nobili da almeno 5 generazioni e non potevano essere più di 20 contemporaneamente (perchè 20 erano i collari).

Una curiosità: alla morte di ogni insignito il collare doveva essere restituito al re e il nuovo insignito poteva scegliere quale dei collari disponibili prendere per se. Nel Novecento le regole divennero più lasche, diventano “cugini” perfino Pacelli, Mussolini, Goering, Franco, Ciano e  Badoglio e nessuno più lo restituisce. L’ultimo che lo volle fare nel 1997 è stato il marchese Falcone Lucifero.

Il collare è inserito nello stemma di Casa Savoia e, con la croce sabauda, è visibile in diversi punti di Villa Savoia. Per esempio sulla facciata della Palazzina reale, sulla Scuderia d’Agenzia e sul portale di Forte Antenne.

Pagine a livello inferiore:

Pagine allo stesso livello:

Pagina al livello superiore: Villa Ada

Altre pagine correlate:

In rete:

Fonte:

Bibliografia essenziale:

I commenti sono chiusi