Convento fortificato di Sant’Agnese

Il convento fortificato di Sant’Agnese è in via Nomentan 349, è racchiude al suo interno l’omonima Basilica.

Il centro del convento è il cortile, caratterizzato da un orologio solare, con il quadrante di forma circolare, realizzato in ferro su cui è riportata la linea equinozionale e 10 linee orarie senza cifre. Dal cortile si accede e una larga scalinata marmorea del 1509 che scende, tra pareti colme di frammenti marmorei e iscrizioni provenienti dalle catacombe, al livello dell’attuale chiesa, detta Basilica onoriana.

Il monastero nasce nel IV secolo e comprende diversi antichi edifici cristiani, costruiti e rimaneggiati, in tempi diversi, sulle Catacombe di Sant’Agnese. In particolare il convento nasce quando Sant’Elena e Costanza, madre e figlia di Costantino, fanno edificare al secondo miglio della Nomentana:

  • un oratorio all’ingresso della catacomba dov’era sepolta la Santa,
  • una prima grande basilica dedicata a Sant’Agnese (la cosiddetta Basilica costantiniana), di cui oggi restano solo i ruderi delle possenti mura;
  • il mausoleo di Santa Costanza

Nel Medio Evo il complesso è fortificato in modo da resistere a eventuali attacchi esterni e, fino all’inizio del XX secolo, il monastero è al centro di un piccolo borgo campestre.

Pagine al livello inferiore:

Pagina al livello superiore: Complesso di Sant'Agnese

Pagine allo stesso livello:

Pagine che parlano di questo soggetto

CONDIVIDI QUESTA PAGINA:

I commenti sono chiusi.