Ponte Matteotti

Ponte Matteotti attraversa il Tevere tra Ponte Nenni e Ponte Margherita collegando via Azuni, tra lungotevere Arnaldo da Brescia, Lungotevere delle Navi, approssimativamente di fronte a Palazzo Marina, con piazza Cinque Giornate e via delle Milizie.

Ponte Matteotti è realizzato in mattoni e travertino, a tre arcate lungo 138m e largo 20m. Poggia su due piloni forniti di larghi occhialoni che riecheggiano quelli di ponte Sisto.

Al di sopra dell’arcata centrale, su entrambe le fronti del ponte, è posto un grande bassorilievo che presenta un’aquila araldica che tiene negli artigli il fascio littorio. La scultura è opera di Oreste G. Michetti.

Il ponte fu progettato da Augusto Antonelli, che aveva vinto il concorso bandito nel 1920, e fu inaugurato a Natale del 1929 con il nome di ponte Littorio. Dello stesso architetto è la sistemazione di piazza delle Cinque Giornate.

Con l’avvento della repubblica il ponte fu dedicato alla memoria del deputato Giacomo Matteotti, rapito il 10 giugno 1924 sul vicino lungotevere ed ucciso dai squadristi fascisti.

Nei dintorni: Palazzo Oderego Odescalchi, Palazzo Marina, Scalo de Pinedo, Delitto Matteotti,

Altre pagine Roma2pass correlate: Muraglioni del Tevere

Il soggetto di questa pagina è:

nella mappa Flaminio 1 (zona da Porta del Popolo a Belle Arti),
nell’elenco dei Ponti nel Municipio
nelle Pagine di Architettura Roma2pass,
relativo al periodo dal 1915 al 1929.

I commenti sono chiusi