Gran teatro di Villa Torlonia

Il Gran Teatro è una delle costruzioni di Villa Torlonia situata …

MAPPA della Zona Nomentano 1 (lungo via Nomentana)

Il teatro di Villa Torlonia è commissionato dal principe Alessandro Torlonia nel 1841 all’architetto Quintiliano Raimondi per festeggiare le nozze con Teresa Colonna. Nel complesso, oltre agli spazi scenici, sono realizzati ambienti laterali per intrattenere gli ospiti durante le feste private del principe. Il teatro è terminato nel 1874.

Il teatro, in ordine ionico, rispecchia il gusto eclettico dell’epoca: stile classico e maestoso nel corpo centrale, modelli nordici nella serra in vetro e ghisa del prospetto meridionale, una sala gotica, una sala moresca e stanze con imitazioni di pittura greca e rinascimentale.

Le decorazioni sono realizzate quasi interamente da Costantino Brumidi, artista poco noto in Italia ma celebre negli Stati Uniti dove gli affreschi al Capitol di Washington, gli valsero l’appellativo di “Michelangelo d’America”.

Dopo la guerra, i danni provocati dall’occupazione anglo-americana (dal 1944-al 1947), la sottrazione di tutti gli arredi per una serie continua di furti in decenni di abbandono rendono la struttura completamente fatiscente.

Nel 1978 il Comune di Roma acquista l’intero complesso di Villa Torlonia e nel 2013, dopo un complesso intervento edilizio, realizzato con il contributo finanziario di Pirelli, questo gioiello architettonico viene finalmente restituito alla città.

I commenti sono chiusi.