Cartolina di piazza Ungheria

Una cartolina di piazza Ungheria negli anni Cinquanta.

Da notare:

  • il distributore Esso a sinistra,
  • i binari che da viale Romania vanno verso viale Rossini e viale Liegi,
  • la rotonda del “pizzardone” in basso con le strisce che indicano la circolazione rotatoria,
  • il giornalaio sulla piazza e l’immancabile orologio,
  • la mancanza di ogni marcipiede aiuola davanti a San Roberto Bellarminio.

Torna a piazza Ungheria

CONDIVIDI QUESTA PAGINA:

Storia di viale dei Parioli

Viale dei Parioli nasce nel 1885 per volontà di imprenditori privati.  La motivazione ufficiale è quella di collegare i quartieri allora in costruzione su via Salaria con la Passeggiata dei Parioli (approssimativamente l’attuale viale Pilsudsky) e quindi la Passeggiata Flaminia (l’attuale viale Tiziano).  Il nuovo viale, essendo il proseguimento di viale della Regina (che, a sua volta, sarebbe stata allargata fino a 40 metri) avrebbe così permesso di raggiungere via Nomentana e quindi Porta Pia e i quartieri di recente costruzione dentro le mura, Macao e Esquilino.  Il vero obiettivo del nuovo viale, in realtà, era quello di rendere edificabili le amene aree sulle alture dei Parioli di cui molte erano stata acquistate dagli imprenditori che proponevano la realizzazione della nuova strada.

In figura, la pianta del Genio Militare del 1900 con il tracciato, in alto a sinistra, di viale dei Parioli Continue reading

CONDIVIDI QUESTA PAGINA:

Calendario 2016 del Comitato Piazza Verdi

Nel 2016, il Comitato Piazza Verdi ha pubblicato un Calendario che racconta l’architettura della zona Roma2pass Pinciano 3 cioè il Quartiere dei Musicisti intorno a piazza Verdi.

Copertina – Dettaglio della facciata del Poligrafico dello Stato – Fotografia di Donatella Marini

Un’architettura da raccontare e architetti da ricordare. Un patrimonio da preservare e valorizzare. Continue reading

CONDIVIDI QUESTA PAGINA: