Garibaldi Burba

Garibaldi Burba (… – 1925) è un architetto italiano molto attivo a Roma tra la fine dell’Ottocento e i primi decenni del secolo successivo.

Garibaldi Burba progetta a Roma numerosi villini. La maggior parte in Prati (il Villino Brunialti del 1900 in via Virginio Orsini 19, il Villino Cagiati del 1903 in stile neo-medioevale e neo-rinascimentale in piazza della Libertà 3, il Villino Macchi di Cellere del 1904 in via Marcantonio Colonna 31) e altri a Monti Parioli: il Villino Natali in via Monte Parioli 39, del 1906 affrescato dal Cambellotti, Villa Serena in via Carlo Dolci, del 1906,  il Casale Cagiati in via Rubens, del 1908, oggi Villa Centurini.

In collaborazione dell’Ing. Larderel nel 1913, Garibaldi Burba inizia la costruzione dell’edificio in piazza Verdi che sarebbe dovuto diventare la sede della Corte dei Conti. Prima di essere realizzato però l’edificio cambia la destinazione d’uso e diventa la sede del Poligrafico dello Stato e dell’Officina Carte Valori, praticamente uno stabilimento industriale in mezzo al quartiere Pinciano. I lavori sono ultimati solo nel 1928.

Burba fu attivo a Roma tra il 1910 e il 1930, progettando varie opere tra le quali un complesso di palazzine della Cooperativa dei dipendenti dell’allora Ministero del Tesoro, in via Siacci ?? (1920-22).

Pagine correlate: Liberty a Roma

Difesa dei Monti Parioli

Questa pagina parla della battaglia avvenuta a giugno del 1849, tra Ponte Milvio e Porta del Popolo, tra i Francesi e il Battaglione Universitario in difesa della Repubblica Romana. Continue reading

Film: Delitto di via Monti Parioli

Film poliziesco italiano del 1998. Regia di Antonio Bonifacio. Cast: Giovanni Visentin , Salvatore Marino , Luca Lionello , Veronica Logan , Katarina Vasillissa.

Un giallo italiano ben costruito e senza false presunzioni dove un investigatore privato che deve pedinare una donna su incarico del marito, finisce con l’amarla e sembra essere stato scoperto. Quando si reca all’appuntamento chiarificatore con il cliente, lo trova morto. Ma forse non si trattava della stessa persona.

Pagine correlate: via dei Monti Parioli

Cesarina Gualino

Cesarina Gualino. Autoritratto. 1931

Cesarina Gualino, piemontese (Casale Monferrato 1890  – Roma 1992), è la moglie del grande industriale Riccardo Gualino, (Biella 1879 – Firenze 1964) imprenditore, mecenate e collezionista d’arte italiano che aveva creato prima la SNIA Viscosa, poi la Rumianca, che per un breve periodo è stato anche vicepresidente della FIAT. Continue reading

Centro Internazionale di Villa Balestra

Il “Centro Internazionale di Studi di Villa Balestra”, con ingresso in via Monti Parioli 31, è il centro di formazione della Prelatura della Santa Croce e Opus Dei. L’edificio centrale del Centro è il casino nobile di Villa Poggi, a fine ottocento denominata Villa Balestra al quale vennero affiancati intorno al 1940 due grandi edifici.    Continue reading

Casina del Curato

La Casina del Curato o Casina di Raffaello è un piccolo edificio rinascimentale in via Francesco Jacovacci 25, tra villa Balestra e via dei Monti Parioli, oggi è la sede del Circolo della Pipa.

MAPPA della Zona Pinciano 6 (Monti Parioli Continue reading

Casa del Maresciallo

La Casa del Maresciallo è il nome tradizionale del Villino Gomez, un moderno edificio in via dei Monti Parioli 21.

MAPPA della Zona Pinciano 6 (Monti Parioli)     Continue reading

Basilica di San Valentino

Tracce dell’antica basilica di San Valentino sono visibili su viale Maresciallo Pilsudski dopo pochi metri dall’incrocio con viale Tiziano sulla destra dietro una cancellata. La basilica fa parte del Complesso archeologico di San Valentino. Continue reading

Zona Pinciano 6

La zona Pinciano 6 (Monti Parioli) è l’area del quartiere Pinciano che coincide con l’altura più occidentale della colline dei Parioli chiamata Monte Parioli (o Monti Parioli) dal nome della principale strada che la attraversa (via dei Monti Parioli).

Mappa Pinciano 6. CAP 00197 Continue reading

Anna Perenna

Anna Perenna è un’antica dea laziale il cui culto era centrato sulle colline dei Parioli. Proprio in quest’area è stata ritrovata la cosiddetta Fonte di Anna Perenna dove la dea era venerata e invocata.

Continue reading