Risultati della ricerca per: titolo pagina

Loquis regole creazione podcast

Per ogni podcast Loquis, deve esistere nella Banca Dati Roma2pass:

  • una pagina base, aperta a tutti
    • con nome uguale al titolo del podcast,
    • posizionata nella BD con i soliti criteri di organizzazione degli argomenti
    • contenente quello che serve a caricare il podcast su Loquis:
      • file audio,
      • immagine,
      • breve testo descrittivo del podcast,
      • più un eventuale testo aggiuntivo non inserito nel podcast
  • una pagina, protetta da password)
    • contenente il testo del podcast (tutto il testo recitato e solo quello)
    • chiamata Audio (sempre lo stesso nome)
    • posizionata nella BD come “pagina figlia” della “pagina base”
    • protetta da password

Continue reading

CONDIVIDI QUESTA PAGINA:

Liceo Tasso 

Nell’ottobre del 1887, con il nome di “Ginnasio IV” e con sede provvisoria in alcuni appartamenti situati in Via Ripetta e Piazza Firenze, venne fondato un Liceo classico che avrebbe rivestito in seguito un ruolo rilevante nella vita culturale della città. La scuola assunse ben presto il nome di Liceo “Tasso” e trovò sede fino al 1908 in vicolo delle Fiamme (che corrisponde oggi al tratto di via Bissolati dove si trova il cinema Fiamma).  Continue reading

CONDIVIDI QUESTA PAGINA:

79 Loquis

Pagine relative all’app Loquis.

Regola base

Per ogni podcast Loquis, deve esistere:

  • una pagina base,
    • posizionata nella BD con i soliti criteri di organizzazione degli argomenti
    • con nome uguale al titolo del podcast,
    • contenente tutto quello che serve a caricare il podcast: il file audio, l’immagine, il breve testo descrittivo del podcast,
  • una pagina contenente tutto (e solo) il testo del podcast
    • posizionata nella BD come “pagina figlia” della “pagina base”
    • protetta da password

Continue reading

CONDIVIDI QUESTA PAGINA:

Museo del Giocattolo

Nel 2004, Sindaco Walter Veltroni, con delibera Consiliare del 24 novembre, fu approvato il progetto per realizzare, in deroga al vincolo archeologico e alla destinazione N, con integrazione volumetrica, un polo museale a Villa Ada per custodire la collezione di giocattoli Leonardo Servadio (uno stock di 10mila e 663 pezzi, per lo più d’origine svedese, degli anni fra il 1860 e il 1930) acquistati dal Comune di Roma al costo di 4,5 milioni + IVA (1). Continue reading

CONDIVIDI QUESTA PAGINA: