Risultati della ricerca per: Fontana Dea Roma

“Caduti alle Fosse Ardeatine del Municipio II” di Armando Bussi

RACCONTO DEL FLANEUR ROMA2PASS PUBBLICATO IL 15 GENNAIO 2024

È il 10 dicembre 1943.  Sono due mesi esatti che il Generale Giorgio Calvi di Bergolo – comandante di una Divisione dell’Esercito schierata a presidio della città di Roma, nonché genero del Re Vittorio Emanuele III – mentre i tedeschi sconfiggevano gli italiani a Porta San Paolo, ha fatto firmare la resa che ha loro consegnato l’Urbe.  Molti suoi commilitoni però non si sono però arresi.    Continue reading

CONDIVIDI QUESTA PAGINA:

“L’Idea” di Giovanni Nicolini

Il 20 ottobre 2021 è stata annunciato dal Centro Studi dalla Fondazione Bettoni Pojaghi, con sede in via Fracastoro 1, la riscoperta di una scultura dell’artista siciliano Giovanni Nicolini (Palermo 1972-Roma 1956), situata nel giardino in via Fracastoro 1, nel lotto di terreno in cui sorgeva il Villino Nicolini.  Giovanni Nicolini, è l’autore, fra l’altro, della nota Fontana dei Satiri, detta anche ‘Fonte Gaia’, che si trova nel Giardino del Lago, a Villa Borghese. Continue reading

CONDIVIDI QUESTA PAGINA:

“La fontana dell’Acqua Acetosa” di Giovanna Alatri e Andrea Ventura

Giovanni Battista FALDA: Castello e Fonte dell’Acqua Acetosa celebre per la salubrità sua fuori della Porta del Popolo sopra la riua del Tevere fatta da N. Sig. Papa Alessandro Settimo (Roma 1665)

Il rapporto dei romani con i luoghi simbolo della campagna fuori le mura era continuo. Le famiglie che vivevano all’interno delle mura amavano le gite “fuori porta”: ai Castelli, alle Acque Albule presso Tivoli, o alla Fontana dell’Acqua Acetosa, situata tra la via Flaminia e la Salaria Continue reading

CONDIVIDI QUESTA PAGINA:

1.2.1 Presentazione dei Racconti del Flâneur Roma2pass

Nella prefazione al libro “Viale dei Parioli, passeggiata da piazza Ungheria all’Acqua Acetosa”, Giuseppe Imbesi rievoca la figura del “Flâneur”, cioè di quello sfaccendato artista vagabondo che Baudelaire ne “Le peintre de la vie moderne” descrive con queste parole: “Per il vero flâneur, osservatore appassionato, il piacere immenso sta nel soffermarsi nel dettaglio, nel vagheggiare, nel movimento lento, fugace e infinito. Egli è lontano da casa e si sente a casa ovunque; guarda il mondo, è al centro del mondo, ma rimane nascosto al mondo”.    Continue reading

CONDIVIDI QUESTA PAGINA:

Davide Pacanowski

Davide Pacanowski nasce nel 1904  in Polonia in una famiglia di antiche origini ebraiche.  Il padre era un industriale del settore tessile, la madre scultrice, la prima sorella pittrice e la seconda pianista e concertista, morta in un campo di concentramento in Germania, insieme ai genitori.  Continue reading

CONDIVIDI QUESTA PAGINA: